Resoconto Consiglio Corso di Studi Lettere 09/05/19

Da Silvia Alaimo
0 commenti

Gentili colleghi, oggi 09/05/2019 si è riunito, presso l’Aula Consiglio del primo piano dell’ed.12, Ex Facoltà di Lettere e Filosofia, il Consiglio del Corso di Studi in Lettere, per discutere e deliberare in merito ai seguenti punti all’ordine del giorno:

  1. Approvazione verbali sedute del 03/12/2018 e del 07/02/2019
  2. Comunicazioni del Coordinatore e dei Membri del Consiglio;
  3. Offerta Formativa 2019/2020: Copertura Insegnamento di Istituzione di Linguistica Italiana e del Laboratorio di Scrittura;
  4. Valutazione dei dati sulle criticità del CdS, della relazione della Commissione paritetica e discussione sulle prospettive per il nuovo triennio di Coordinamento;
  5. Nuove consultazioni con i portatori di interesse; 5-bis. Richiesta di congedo per motivi di studio del Prof.re Privitera
  6. Segnalazioni Studenti;
  7. Pratiche Studenti;
  8. Pratiche Erasmus
  9. Approvazione dispositivi del Coordinatore
  10. Approvazione proposte di laboratorio e seminari con attribuzione CFU
  11. Varie ed Eventuali
  1. Le sedute sono state approvate.
  2. Si richiede, in seguito ad una segnalazione della Prof.ssa Tononi, un incontro sulla prevenzione del cancro al colon. Il Coordinatore chiede se vi sono tra i Membri, docenti disponibili ad accogliere i medici che tratteranno l’argomento per un breve intervento durante le loro ore di lezione. Le docenti Castiglione e Carta danno la loro disponibilità. La Prof.ressa Carta fa un resoconto del corso Information & Literacy, portato avanti con la docente Marchese: entrambe sono rimaste piacevolmente sorprese dalla partecipazione e dall’interesse degli Studenti. Le docenti richiedono che il laboratorio venga riproposto per l’anno prossimo. La richiesta viene accolta da tutti i Membri del Consiglio; la Prof.ssa Carta informa che l’incontro del laboratorio del 16 Maggio vedrà come ospite Gino Roncaglia e che dalle 17:00 alle 19:00 presenterà inoltre il suo nuovo libro (l’evento si trova all’interno del ciclo della Settimana delle Biblioteche).
  3. Viene confermata la divisione della materia Linguistica Italiana in due moduli da 6 CFU, il primo da conseguire durante il primo anno, e l’ultimo durante il secondo anno della triennale. L’insegnamento inoltre sarà suddiviso in due cattedre. La Prof.ssa Castiglione dà la sua disponibilità per la copertura del Laboratorio di Scrittura. L’insegnamento di Storia Romana sarà sdoppiato in due cattedre e messo al bando per l’impegno della docente Motta nel dipartimento di Cultura e Società.
  4. Dalle schede di valutazione S.M.A. si evincono due particolari criticità: la percentuale di studenti che dal primo anno passa al secondo avendo conseguito un minimo di 40 CFU (circa il 21%) e la percentuale di studenti che conseguono la Laurea triennale nell’arco di tempo previsto (meno del 40%). Si valutano e discutono i piani di studio delle Università di Bologna e Firenze, alla luce dei quali si evincono carichi didattici degli insegnamenti di Latino e Greco inferiori rispetto a quelli del nostro Ateneo. Vengono così proposte delle ipotesi risolutive: spacchettamento dei programmi da 12 CFU in due da 6; approfondimenti tematici nelle materie magistrali che vengono trattate al triennio con le Istituzioni degli argomenti; inserimento di più materie opzionali; inserimento nel Manifesto di una lingua straniera; riduzione delle materie che durante il triennio hanno un carico didattico totale di 24 CFU (12 e 12) a 18 CFU (9 e 9) così da poter inserire materie d’approfondimento inerenti da 6 CFU. La professoressa Carta propone di richiedere più fondi per il Corso così da avere un supporto da parte del Consiglio di Amministrazione, per poter inserire più cattedre, più insegnamenti, lezioni di orientamento per preparare gli studenti alle difficoltà del Corso prima dell’iscrizione. Il Prof.re Cozzo chiede che i tutorati prendano avvio in concomitanza con l’inizio delle lezioni e che vengano istituiti dei lettorati di Latino e Greco. La docente Marchese interviene sulla riduzione del carico didattico dell’insegnamento di Lingua e Letteratura Latina 1 e 2, sostenendo che il suddetto è calibrato in modo che gli studenti arrivino al completamento del percorso di studi con conoscenze della materia istituzionali. Viene istituito un gruppo di lavoro formato da alcuni Membri del Consiglio, per discutere più approfonditamente della questione e ragionare su possibili soluzioni.
  5. I punti 5 e 5-bis vengono approvati all’unanimità.
  6. Vengono presentate delle domande da parte dei rappresentanti degli Studenti in merito alla Prova Finale di Laurea: questa sarà calendarizzata in concomitanza con la sessione estiva di esami. I docenti esortano gli Studenti laureandi a selezionare argomenti e bibliografie e recarsi dai Prof.ri interessati, entro i tempi previsti dalle scadenze.

Tutti i punti successivi vengono approvati all’unanimità.

Vi esortiamo a contattarci per qualsiasi dubbio, domanda o richiesta voi abbiate.

La vostra rappresentante,

Silvia Alaimo.

The following two tabs change content below.
Silvia Alaimo

Silvia Alaimo

Studentessa del Corso di studi in Lettere. Consigliere del Corso di Studi in Lettere e della Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio Culturale
Condividi su:
0 commenti

Lascia un commento